cloasma gravidico estetispa

Cloasma Gravidico. Di che si tratta e come si può prevenire

Ciao ragazze,

ormai l'estate è arrivata  e sono convinta che tra le vostre clienti avrete delle mamme in attesa.

Se non conoscono l'argomento, credo sia il momento adatto per parlare loro del Cloasma Gravidico e dare qualche consiglio per cercare di prevenirlo. 

Durante la gravidanza, l'organismo della madre subisce trasformazioni radicali ed adattamenti metabolici e fisiologici: durante questi cambiamenti viene coinvolta anche la pelle, che a causa dell'eccessiva produzione di melanina si caratterizza per la presenza di macchie più o meno scure. Non a caso, le macchie sulla pelle in gravidanza sono note con il termine "maschera gravidica" o "cloasma gravidico”: un fenomeno rapportato all'alterazione ormonale tipica del periodo di gravidanza.
La maschera gravidica colpisce soprattutto le donne brune con carnagione scura-olivastra (fototipo IV, V e VI), ma non è detto che le gestanti bionde con pelle chiara rimangano immuni al problema. Le macchie in gravidanza rappresentano, dunque, una dermatosi asintomatica (non comporta sintomi di alcun genere), non infiammatoria, che colpisce circa il 70% delle donne incinte.

Gli ormoni alterati (estrogeni e progesterone in particolare) costringono i melanociti ad un super-lavoro: questi, essendo cellule adibite alla produzione di melanina (cha attribuisce il colore alla pelle), generano un eccesso di pigmento, che viene accumulato sulla pelle costituendo una macchia marrone, di tonalità più o meno intensa. In genere, la comparsa delle macchie coincide con il terzo o quarto mese di gestazione e rappresenta una condizione reversibile: nell'immediato periodo post-partum, infatti, il cloasma gravidico tende a scomparire e la pelle torna normale.
Non è possibile prevedere la comparsa delle macchie e la loro intensità: la gravidanza, infatti, comporta alcuni inconvenienti imprevedibili e le macchie rientrano proprio in questa categoria.
(Fonte: https://www.my-personaltrainer.it)

In genere il cloasma gravidico si manifesta a livello del viso, in particolare sulle guance, gli zigomi, il mento, la fronte ed il labbro superiore.
Le macchie appaiono lisce e non in rilievo. Esse sono asimmetriche, irregolari e presentano un'estensione variabile e non prevedibile.

Come possiamo aiutare le nostre mamme in dolce attesa? ecco qualche consiglio!

Premesso che non è possibile prevedere quando e quanto esteso potrà essere il cloasma gravidico, sicuramente 

  • una buona protezione solare specifica per il viso sarà da consigliare , anche a chi ha un fototipo scuro
  • si all'esposizione solare nelle ore del mattino e del tardo pomeriggio
  • passeggiate in riva al mare ok, ma con un bel cappello
  • no a profumi e deodoranti che possono irritare la pelle
  • se vendete dei solari water-resistant, consigliate comunque di riapplicarlo dopo il bagno
  • usare la protezione anche se il tempo è nuvoloso
  • solari nuovi SI, quelli dell'anno precedenti avranno sicuramente perso il loro potere schermante

Se avete bisogno o avete domande, sono a Vostra disposizione.

Spero di esservi stata utile.

La Vostra Valentina