epilazione e depilazione estetispa

Epilazione…depilazione

Ancora un ripassino sull’argomento, visto che troppe volte ci troviamo ancora di fronte alla confusione fra i due termini.

L’epilazione e la depilazione, seppur condotte allo stesso fine dalle clienti, cioè la liberazione dall’inestetismo più comune che ci affligge: l’eliminazione dei peli superflui, sono due cose estremamente diverse.

Iniziamo con la valutazione della loro definizione:

DEPILAZIONE e’ il taglio del pelo a livello della cute con uso di creme, sapone depilatore, rasoio manuale o elettrico

 

EPILAZIONE  e’ l’asportazione del pelo con radice e bulbo e viene effettuata : 

 

-ceretta a caldo (liposolubili), raggiunge temperature elevate, si applica con il rullo oppure la troviamo in barattolo. In commercio le cere apposite esistono di tantissime varianti, si predilige quella al titanio, al miele, al burro, ecc. la temperatura di utilizzo raggiunge circa i 40°C . e’ un metodo ormai tradizionale, estremamente diffuso e sicuramente il più utilizzato, nonostante oggi esistano non poche alternative, sicuramente più efficaci e meno dannose per il sottocutaneo.

-ceretta a fretto (idrosolubili), sono paste per epilazione a base di zucchero o miele, sono naturali e molto efficaci, per eseguirla correttamente è necessario apprendere molto bene la tecnica, che non sempre risulta semplice, ma i risultati sono davvero soddisfacenti.

-la cera brasiliana (fino a poco tempo fa il termine indicava un modello di epilazione intima, non nego non molto simpatico a molte di noi), oggi invece appartiene ad una nuova cera, in genere nera ed in gran parte composta da elementi naturali, che si stende sulla pelle con una spatola, si lascia asciugare leggermente, in modo che inglobi anche i peli più corti, e si elimina con la mano, senza bisogno di strisce (come la cera araba o pasta di zucchero/miele). Pare meno dolorosa delle tecniche tradizionali.

-elettrodepilazione: tramite apparecchi elettrici ad ago o pinza.

-laser e luce pulsata: diffusasi ampiamente negli ultimi anni, danno ottimi risultati ed i macchinari possono essere noleggiati a breve o lungo termine; esistono anche centri specializzati nei quali viene eseguito solo il trattamento di epilazione tramite queste tecniche (di cui abbiamo parlato dettagliatamente in precedenza, in quanto le apparecchiature necessarie sono normate dal decreto legge 206.

 

Vediamo ora nel dettaglio qual’è la struttura  e come si forma il “pelo”.

I peli hanno funzione di protezione e termoregolazione. Sono formazioni filiformi composte da cellule cheratinizzate, di derivazione epidermica, disseminati su tutto il corpo tranne che sulla pianta del piede e sul palmo delle mani (dove è presente l’ultimo strato dell’epidermide chiamato : strato lucido).

Il colore, la lunghezza e la dimensione variano a seconda della razza, dell’età e del sesso.

Il suo sviluppo è abbondante solo sul cuoio capelluto, sulle regioni pubiche ed ascellari e, per l’uomo, sul viso.

Il pelo si forma in un’invaginazione dell’epidermide nel derma, a partire da una papilla germinativa, o radice, cui sono annesse ghiandole sebacee che hanno il compito di secernere il sebo, sostanza semifluida, oleosa e ricca di lipidi, necessaria alla lubrificazione interna della parete follicolare.

Nella radice stessa si inserisce il muscolo erettore, responsabile del raddrizzamento dello stesso in caso di emozioni violente, freddo….(pelle d’oca).

Il pelo è formato da più strati:

Lo strato esterno è la cuticola, formato da cellule piatte disposte a squame di pesce.

Lo strato intermedio formato dalla corteccia (o sostanza corticale) composto da fibre allungate ricche di alfacheratina.

Lo strato più interno è il midollo, è l’anima del pelo, con le cellule disposte in file separate da spazi d’aria, ricche di betacheratina.

Il pelo è contenuto nel FOLLICOLO: guaina dermica e strato epiteliale interno.

Vedremo in seguito le fasi del pelo ed approfondiremo altre nozioni riguardanti l’argomento.

 

Annalisa Piccini

    mailto: a.piccini@estetispa.it