IN OGNI CABINA LA MAGICA ATMOSFERA DELLE SPA

IN OGNI CABINA LA MAGICA ATMOSFERA DELLE SPA

Abbiamo parlato nei giorni scorsi di come la pelle si puo’ disidratare,  diventare secca,  per fattori interni metabolici, come pure per fattori esterni legati al clima, alle cattive abitudini, alle stagioni.

I trattamenti per idratare la pelle sono molteplici come ben sapete, ed ognuna di noi ha la sua linea con maschere e prodotti adatti allo scopo.

La differenza che può indurre una cliente a scegliere proprio te e non un altro istituto può essere nella misura in cui riesce a rilassarsi ed a trasformare il tempo passato dell’estetista in un momento desiderato , dove si distacca dalla realtà ed entra in uno spazio esclusivo che immagina essere stato pensato solo per lei. 

Potete prendere spunto dalle immagini delle SPA piu’ esclusive per creare un ambiente raffinato ed elegante, luci soffuse, profumi speziati,  giochi di candele e drappi di seta.

Il fascino dei locali ha un ruolo primario nel trasmettere quella sensazione di benessere che rende piacevole la presenza e garantisce il ritorno del cliente. E’ necessario ricreare un’oasi di relax totale nella quale si possa ritrovare l’armonia fisica e mentale, sia durante un massaggio che  durante un trattamento estetico.

Al giorno d’oggi vale sempre di più la regola: benessere = salute, energia, felicità, quindi consideriamo primario il raggiungimento di questi obiettivi per il successo di una SPA o semplicemente di un istituto di estetica.

Se a tutto ciò aggiungete la vostra professionalità delle vostre mani, ecco fatto!

Il trattamento corpo idratante che potete proporre avrà una durata di 50/60 minuti, la cabina dovrà essere preparata con cura, creme e prodotti possibilmente in ciotole etniche e l’olio da massaggio caldo servirà per iniziare il trattamento con un massaggio rilassante alla schiena.

La cliente si accomoderà supina sul lettino, possibilmente caldo, inizieremo con manualità rilassanti, trazioni muscolari, pressioni sulle spalle e sui trapezi.

Seguendo i protocolli che abbiamo in uso in istituto andremo ad eseguire un scrub corpo, meglio se aromatizzato, e se preparato con attivi naturali, come sale rosa dell’ Himalaya, piuttosto che la finissima sabbia di Bora-bora.

Se abbiamo il lettino a vapore sottoporremo la cliente al trattamento durante la posa dell’esfoliante, diversamente può andare bene anche il cartene.

Al contrario dei centri estetici, nei quali si consiglia di non lasciare mai la cliente sola, nelle spa è usuale uscire dalla cabina che avremo preparato con tutti quegli elementi necessari al rilassamento della cliente, utilizzeremo quel tempo per darle modo di ascoltare, sentire, solo se stessa e le note profumate ed avvolgenti che saremo state capaci di creare.

Seguira’ un impacco con una maschera corpo idratante, oppure un massaggio rilassante con olio caldo, se avete usato uno scrub aromatico potete scegliere l’olio della stessa fragranza, oppure sarà perfetto anche l’olio di mandorle, di sesamo o di jojoba, purchè caldo.

Il congedo del trattamento sarà eseguito nella zona del collo e della testa, meglio se coinvolgerà capo e capelli.

Annalisa Piccini

    mailto:a.piccini@estetispa.it