Allungamento_unghie1

Il Nails

Un settore in continua evoluzione
 
Sono un complemento di moda, un segno distintivo che riflette la personalità di ognuno di noi. La cura delle unghie si è trasformata ad un ritmo vertiginoso negli ultimi anni. Se all’inizio era visto come un servizio correttivo e selettivo, oggi è fonte di grande richiesta da parte di tutte persone disposte ad avere sulle proprie mani e sui piedi un particolare “lussuoso”. Le prime importanti vetrine sono state le passerelle della moda, dove si è percepita l’evoluzione del concetto di bellezza che veniva espresso anche sulle unghie. L’influenza degli Stati Uniti, la costante ricerca da parte delle case produttrici dei prodotti dedicati al settore unghie, hanno fatto sì che questo settore del mercato dell’estetica goda di una salute eccellente. Nel tempo, le tecniche si sono diversificate e sofisticate, offrendo risultati ogni giorno più durevoli e in grado di soddisfare molte richieste e necessità. All’inizio la ricostruzione era praticata solo nei casi in cui le unghie fossero molto rovinate e quindi, esteticamente “brutte”. In questo caso si ricorreva alla porcellana, una tecnica molto complessa che richiedeva una preparazione professionale molto attenta e i cui risultati, se ben applicata, erano soddisfacenti sia per il cliente che per la tecnica. L’aumento repentino della domanda ha portato ad una diversificazione del mercato, che ha iniziato ad offrire nuove tecniche e prodotti che si sono via via adattati ai nuovi consumatori di questi tipo di servizio. Così, è nata la tecnica che prevedeva l’impiego di fibra di vetro, un sistema questo, che al giorno d’oggi esiste ancora ma che senza dubbio, è relegato ad un servizio secondario. Dopodiché si iniziò ad effettuare la ricostruzione con la polvere acrilica, un evoluzione della porcellana, dando la possibilità di effettuare l’allungamento e di modellare  le unghie su richiesta e  gusto dei clienti, oltre a nascondere le imperfezioni dell’unghia naturale. La decorazione è un ulteriore evoluzione che segue l’estro creativo della tecnica che effettua il lavoro. All’inizio il decoro era minimalista, le competizioni e le infinite possibilità offerte, hanno fatto diventare le unghie, autentici pezzi d’autore. L’ultima (per il momento) novità del settore, sono i decori tridimensionali, creazioni di volumi che allargano, ridimensionano e ridefiniscono il concetto di forma.

Il Gel protagonista 
Per gli eccellenti risultati che si ottengono, il gel ha occupato uno spazio importante nella tecnica di manicure e pedicure. Ha permesso di ottenere unghie con un aspetto invidiabile, di veloce e sicura applicazione, va molto bene sia per le clienti che soffrono di onicofagia, o che hanno problemi di unghie fragili, ma anche per quelle che, pur non avendo grandi difetti da nascondere, vogliono avere unghie dall’aspetto impeccabile. 
Negli anni, manicure e pedicure, sono stati offerti come servizi complementari all’interno del centro estetico e, in alcuni casi, dal parrucchiere. Non è passato molto tempo che sono nati centri Nail specifici, dove effettuare esclusivamente trattamenti per mani e piedi. La cultura del benessere e il concetto di “Olismo” nella cura del corpo, hanno fatto sì che mani e piedi non fossero più i “grandi esclusi” ma che acquisissero anch’essi la loro importanza. L’evoluzione ha portato una trasformazione sostanziale, non si offrono più solo manicure e pedicure, ma anche Manicure SPA e Pedicure SPA, veri e propri rituali il cui culmine sta proprio nell’estetica delle unghie. Forse oggi il mercato italiano e quello europeo, sono ancora un passo indietro rispetto agli Stati Uniti o il Sud America, dove questo mercato è pienamente assestato, quello che è certo è lo sviluppo costante di questo settore, anche nel nostro Paese. 

Nail Center
Stanno crescendo i centri specializzati nell’offrire trattamenti nail, spazi di puro relax e bellezza, come i Nails Bar in puro stile newyorkese, modelli di negozi diversi, dai più semplici a veri e proprie oasi che spaziano dal moderno al sofisticato, con un menù di servizi molto ampi, dove convivono smalti all’ultima moda con rituali esotici di idratazione, rigenerazione e bellezza. Le persone che frequentano questo tipo di centri, ricercano il lusso e l’esclusività in un ambiente chic e selettivo, insomma sono alla ricerca di un luogo che tragga la sua ispirazione dal mondo SPA, dove rilassarsi e rifugiarsi per dimenticare le preoccupazioni di tutti i giorni.

Lo smalto, molto e meglio
La French manicure è una moda degli ultimi anni, si può quasi identificare come la protagonista della ricostruzione unghie, infatti incontra i gusti di tutti i tipi di clientela. Oltre alla versione classica, di attualità l’introduzione di nuove tonalità di colore che si scelgono in funzione del proprio stile personale o, addirittura, dell’occasione e dell’abbigliamento. In alcuni casi si scelgono colori glitterati di vario genere, da “indossare” in particolari occasioni come, ad esempio, il matrimonio o una serata particolarmente elegante, che rendono le mani e le unghie, “fascinose”. Come novità, poi, negli ultimi tempi si sono imposti colori fino ad oggi impensabili per le unghie, derivati dalle passerelle di moda, hanno fatto la loro apparizione: azzurri, verdi, arancioni, marroni, blu  fino ad arrivare al nero, insomma una gamma colore ricchissima.

Cosa ci aspetta in futuro
Unghie stiletto, unghie che rispecchiano lo stile orientale (ma questa è già una realtà;RobyNails), colori che mutano con il caldo e il freddo (Kylua), combinazione di colori(Zoya), e un aggiornamento costante nella qualità dei prodotti usati. Forse il cambiamento maggiore lo si avrà da parte del consumatore, che chiederà più spazi dove godere di un massaggio e allo stesso tempo realizzare un servizio di estetica di base, oppure trovare un offerta di trattamenti che possano soddisfare le proprie necessità personali e di tempo. Proprio il poco tempo disponibile, ha decretato il successo dello smalto semipermanente, senza dubbio un’autentica rivoluzione per molti saloni di bellezza che sono riusciti, con il suo inserimento tra i servizi proposti, ad incrementare la propria clientela aumentando in questo modo il fatturato. Non è certamente l’unica innovazione, le unghie adesive, ad effetto crackle, o il gel auto modellante sono due esempi, di ultime novità del settore.
Cosa farà la differenza nella scelta da parte del cliente?
La formazione professionale, questa sarà un ottimo deterrente nella scelta da parte dell’utente finale. Una buona ricostruzione si vede dal tempo impiegato nel realizzarla e dal risultato finale. Una formazione costante e professionale, oltre alla manualità di esecuzione (questa si ottiene solo lavorando), saranno il plus che fa la differenza tra un onicotecnico qualificato e una persona che si cimenta in una pratica che non le appartiene.