manuale per la gestione istituto estetico e spa

Il manuale per la gestione dell’Istituto estetico e della spa

Il manuale per la gestione dell’Istituto estetico e della spa

Formazione e gestione del personale

 Quello che leggerete è l’introduzione al Manuale per la gestione dell’Istituto estetico e della SPA.

Dedicate un poco del vostro tempo a questa lettura e poi … riflettete.

Il fatto

Una graziosa ragazza mi dà il benvenuto alla reception di una delle SPA multimilionarie (tra le tante che ho avuto la fortuna e il piacere di “vivere” in prima persona) nuova gemma di un famoso resort. “Felici che lei sia con noi oggi. Si metta a suo agio. La Beauty (questo il termine che identifica l’estetista all’interno di questa SPA) sarà da lei fra breve”. Una bellissima musica fluttua nell’aria. Acqua, succhi e té alle erbe attendono sul bancone di marmo. Il corpo avvolto in un morbido accappatoio, affondo in una chaise longue ricoperta di cuscini. “Ah!” penso, “questa è l’esperienza che avevo tanto desiderato”.

Dopo pochi minuti un viso gentile si presenta e mi scorta alla stanza dei trattamenti.
Il set è ipnotizzante. Luci soffuse compaiono magicamente da impianti nascosti mentre un dolce profumo aleggia nell’aria. Completamente rilassata sul lettino, credo di aver raggiunto il nirvana.

La Beauty inizia sapientemente a sciogliere i miei muscoli. 

“Stai facendo un ottimo lavoro, deve piacerti”, affermo per ringraziarla. Mi risponde una voce stanca “… mi piace il mio lavoro, ma… non mi piace farlo qui”. 

La mia serenità svanisce come una bolla di sapone. 

“Perché?”. Le sue parole diventano unghiate sulla lavagna. 

“Il mio capo mi fa impazzire. Non importa quanto lavoro duro o quanto i clienti sono soddisfatti. Non è mai contento. Lavorare qui è come essere in prigione. Appena trovo un altro posto, me ne vado”.
Tristemente, realizzo che la mia musa del benessere si è trasformata. Dietro la costosa facciata di serenità e benessere, è in corso una battaglia di potere fra management e staff. I manager non sono i soli che usano paura e coercizione per avere potere e controllo sulle altre persone. Queste armi così comuni finiscono spesso anche nelle mani di capi, impiegati e clienti. A volte sono palesi, altre volte appaiono in modo sottile e fuorviante, ma si traducono sempre in: scarsa produttività, frequenti ricambi di personale, clienti insoddisfatti e stress da lavoro. Se volete ottenere successo, dovete riconoscere e fermare questo potere distruttivo. 

Ci sono due tipi fondamentali di potere: formale ed informale.
Il primo è facile da riconoscere perché deriva dalla struttura organizzativa, al quale pensiamo spesso come al tipo “tu fai rapporto a me”. Una descrizione più accurata è invece “qualcuno mi ritiene responsabile per te e le tue azioni”. 

Molti ritengono erroneamente che il potere formale conferisca capacità di controllo sulle persone che ricevono il rapporto.
Sbagliato!
L’unica persona che potete controllare siete voi stessi. Il detto “puoi portare un cavallo all’acqua, ma non puoi farlo bere”, illustra chiaramente la differenza. 

Visto che il potere formale non conferisce controllo alcuno sulle azioni degli altri, per diventare leader effettivi, dobbiamo trovare un’altra via per influenzare, motivare, incoraggiare ed ispirare le persone intorno a noi. In questo senso il potere informale gioca un ruolo estremamente importante.

Mentre il potere formale deriva dalla posizione nell’organizzazione, quello informale viene conferito da chi sta intorno: è il potere emozionale.
Tutte le emozioni umane hanno due possibili origini: paura e dubbio o amore e fiducia.
È questa base a renderlo una formidabile forza sul luogo di lavoro.
Guardatevi attorno e lo vedrete in azione.

Chi, nella vostra organizzazione:

• Motiva gli altri a superare le aspettative, sempre, sempre, sempre?

• Si lamenta per il gruppo?

• Intima al silenzio?

• Calma il cliente arrabbiato?

• Sfida le direttive dell’organizzazione?

• Cerca di rendere tutti felici?

 

Questo e tanto altro nel Manuale per la Gestione dell’Istituto Estetico e della SPA.

Per acquistarlo potete inviare una mail con i vostri dati e l’indirizzo dove lo volete ricevere a mpangeletti@gmail.com , la copia verrà spedita in contrassegno mezzo raccomandata postale al costo di 45,00 (spese di spedizione comprese)