Art_Allungamento_unghie1

Nail Extension, nail sculpture, nail art..

Qualche curiosità in più sull’allungamento delle unghie

 

Qualche curiosità in più sull’allungamento delle unghie.
Quante volte vi è capitato di vedere entrare nel vostro Istituto donne “sull’orlo di una crisi di nervi” per un unghia spezzata, oppure perché non riescono a resistere alla tentazione di divorare quel millimetro di crescita ecc. e tutte in ogni caso, avevano un obiettivo comune: Mani in ordine e unghie, lunghe e perfette. Immagino parecchie volte vero? 
E quante volte vi siete trovate a dover rispondere che nel vostro Istituto non potevate dar loro ciò che chiedevano: una ricrescita e un modellamento dell’unghia immediato? Altrettante vero? La ricostruzione artificiale delle unghie, sta riscuotendo un notevole successo (io non ne posso più fare a meno) in termini di richiesta e di risultati ottenuti, per cui il consiglio che mi sento di darvi è di attrezzare anche voi il vostro Corner per la “bellezza delle unghie”.
Come molte delle novità nel settore dell’estetica, anche questa pratica è stata importata dagli Stati Uniti. Nails Extension, Nails Sculpture, Reconstruction Nails, Nails Art sono diversi modi di identificare un trattamento che, con differenti sfumature, identifica un modo diverso di raggiungere un medesimo obiettivo: l’allungamento delle unghie.

LA NAILS EXTENSION crea un prolungamento dell’unghia naturale con l’aiuto di altre preformate in plastica applicate con Gel o Polveri acriliche.

LA NAIL SCULPTURE con l’aiuto di sagome in carta, metallo o plastica scolpisce e ridefinisce il profilo naturale delle unghie.

LA NAIL ART (leggi approfondimento), invece, racchiude tutto quello che concerne la decorazione delle unghie, con vari tipi di materiali e tecniche. 

Inoltre, potrete sentire parlare di RECONSTRUCTION NAILS, pratica questa utilizzata esclusivamente nella chirurgia plastica (e non nei trattamenti estetici), mediante un intervento che ricostruisce e reimpianta in modo permanente l’intera struttura cheratinica.

La ricostruzione unghie può essere praticata in modi differenti e in relazione alle tenuta della ricostruzione possono variare i costi.

TRA I METODI PIÙ USATI RICORDIAMO TRATTAMENTI CON:

RESINA
Si utilizza una miscela di vari tipi di polveri ed un liquido catalizzatore, spalmati con un pennello direttamente sul letto ungueale. E’ indicato per chi si mangia le unghie, essendo corte infatti, rendono difficile l’aggancio delle “tips” all’unghia naturale. Con questo sistema si tende a perdere, col tempo, l’abitudine di rosicchiare le unghie. Viene spesso usato anche dai chitarristi classici che usano le unghie per “pizzicare le corde”.

TIPS
E’ un metodo più veloce e meno impegnativo, ma anche meno duraturo. Vengono utilizzate “tips” speciali e una colla resina molto fluida. Sopra le tips vengono eseguite applicazioni di colla resina (tre differenti strati) e lasciate asciugare. Questo metodo è consigliato solo per un’occasione speciale, ma breve oppure nel caso di “rotture” da trauma delle unghie. Per applicarle basta rimuovere tutte le tracce di smalto dall’unghia naturale, poi applicare un prodotto antisettico e infine incollare sull’unghia naturale premendo per almeno 30 secondi. Per toglierle invece è sufficiente stendere il solvente per sciogliere la colla (che non è l’acetone), sollevare i bordi dell’unghia e distaccarla.

FIBERGLASS
Il metodo si esegue con il supporto di una “tips” per creare la lunghezza desiderata, un foglio di seta e l’uso di una colla resina. E’ indicato per le persone che non hanno l’unghia rovinata ma la vogliono solo allungare.

GEL
Utilizza diversi tipi di gel che vengono miscelati per creare lo spessore dell’unghia ed applicati uno sopra l’altro, catalizzati da una lampada a raggi ultravioletti. Garantisce un risultato finale molto naturale e risulta essere la tecnica più innovativa e richiesta. E’ consigliato a tutte le donne che desiderano avere unghie impeccabili e della lunghezza desiderata.

UN CONSIGLIO IN PIU’ 
La bellezza e la salute delle unghie non dipendono esclusivamente dal tipo di trattamento estetico a cui le sottoponete, ma anche da una adeguata alimentazione, che dovrebbe risultare ricca di silicio, zolfo, proteine solforate, zinco, vitamina H, che non solo rinforzano le unghie, ma le proteggono anche da allergie e micosi. Oltre al consumo di cibi giusti, potete consigliare (per chi ancora lo fa) di smettere di fumare, il fumo fa male anche alle unghie; di indossare i guanti durante la stagione fredda e quelli di gomma per fare le pulizie. Inoltre, lo sapete bene, nelle unghie si legge lo stato energetico dell’organismo (quanto ci insegna la medicina orientale!) infatti, ad unghie che si spezzano con fragilità corrisponderebbe un profondo calo dell’organismo.

◆ Piccole macchie bianche indicano una mancanza di calcio e silicio nell’organismo.
◆ Se le caratteristiche lunette bianche alla base dell’unghia spariscono o si modificano vuol dire che si sta attraversando un periodo di particolare stress.
◆ Se le unghie sono convesse e hanno il dorso leggermente rialzato ed il fondo scuro, sono in atto, probabilmente, patologie respiratorie o cardiache.
◆ Unghie pallide e concave (forma “a cucchiaio”) si riscontrano in soggetti che soffrono di anemia.
◆ Unghie molli, striate o macchiate sono indice di indebolimento fisico.

La NAIL ART è l’arte di decorare le unghie. In Istituto, sono diversi i procedimenti che si possono utilizzare per sfoggiare unghie originali, eleganti, trendy. Tutto è iniziato con la french manicure. Delineare il bordo dell’unghia con lo smalto bianco utilizzando un colore rosato neutro per la parte rimanente ha fatto subito tendenza. 
Oggi non c’è sposa che non sfoggi la french, ma molte ragazze scelgono di avere unghie perfette anche nella quotidianità con questo procedimento. 
Oggi la french manicure può essere personalizzata, ad esempio utilizzando al posto dello smalto bianco uno argentato, cangiante o colorato e non solo in tono con quello del corpo dell’unghia, ma osando anche colori diversi o glitterati (io per Natale ho optato per una french glitterata argento, da suggerire alle vostre Clienti per serate particolarmente importanti anche nella variante oro). Per una serata speciale, piccoli strass sulle lunette daranno un tocco shine. Oggi poi, le unghie possono diventare come “tele” di vere e proprie opere d’arte, in questo caso il lavoro svolto assume risvolti davvero unici e legati alla fantasia di chi esegue il lavoro (ovviamente sempre con il consenso della cliente) che diventa un vero “designers” delle unghie. Ed ecco allora che potremo ammirare unghie intonate ai diversi momenti di vita. 
Mentre attraverso l’uso di piccoli trapani è possibile sfoggiare piercing sulle unghie. Sicuramente meno invasivo di altri tipi di piercing e molto meno visto della french manicure, può ovviamente essere effettuato solo su unghie lunghe, ricostruite o sulle quali sono state applicate tips. Swarowsky, pietrine, brillantini possono essere applicati da soli o inglobati nel disegno dell’unghia per un risultato davvero glam. Anche con questo tipo di applicazioni, sono incredibili gli effetti che può raggiungere la creatività dei nail designers. Per un effetto meno prezioso ma davvero trendy, altri ingredienti molto utilizzati sono piccole conchiglie, fiorellini essiccati e foglie. 
Ma si può ottenere un effetto trendy anche con un semplice smalto, basta scegliere quello giusto. E’ sempre di effetto mostrare unghie in tono con il vestito o con gli accessori, ma se volete puntare tutto sullo smalto, oggi ce ne sono di glitterati ad effetto 3D: magicamente cangianti.
L’ultima follia della nail art è la stampa di immagini sulle unghie. Si chiama NailJet la prima stampante per unghie, l’inchiostro è di composizione simile al normale smalto per unghie. In questo modo diventa possibile stampare le proprie foto direttamente sulle unghie un’idea in più da proporre nel vostro Istituto, perché per essere unici, bisogna essere sempre all’avanguardia.